Trova il miglior mutuo e risparmia

Calcola rataServizio online gratuito

Cosa vuol dire mutuo cointestato?

Si parla di mutuo cointestato quando il mutuo, solitamente intestato ad una sola persona, viene intestato a due persone
Si tratta, quindi, della concessione di un prestito che prevede il coinvolgimento di più persone: gli intestatari, ossia i debitori, sono due (o, raramente, più di due) e non uno solo come avviene di solito.

Questa scelta può essere compiuta volontariamente da parte del cliente: nella grande maggioranza dei casi, i mutui cointestati riguardano coppie sposate o conviventi che acquistano la loro prima casa.

Tuttavia può essere anche la banca a richiedere l'intestazione del mutuo a più soggetti come ulteriore forma di garanzia.
L'istituto di credito può infatti richiedere il coinvolgimento di persone terze come, ad esempio, i genitori, a maggiore tutela del credito.
In questi casi, il familiare non andrebbe a fare solo da garante del mutuo, ma si intesterebbe il finanziamento insieme al figlio.

La banca, mediante la formula del mutuo cointestato, ottiene doppie garanzie, che equivalgono ad avere doppie possibilità di rivalsa in caso di insolvenza.
Si parla, infatti, di obbligazione solidale del mutuo: l'istituto di credito potrà rivalersi su entrambi gli intestatari del mutuo, anche se chi pagava era solo uno dei due.

Tuttavia va evidenziato che, nel caso solo uno due dei intestatari diventi effettivamente il proprietario dell’immobile, il cointestatario risulterà essere garante.
Perciò nell'eventualità di mancato pagamento delle rate del mutuo, l'istituto agirà dapprima nei confronti del proprietario e solamente in un secondo momento verso il garante.

 

 Scopri le migliori offerte di mutuiSi.it!  SERVIZIO ONLINE GRATUITO -> CALCOLA LA RATA
Scopri le migliori offerte di mutuiSi.it! CALCOLA LA RATA
Servizio Online Gratuito

 

Mutuo cointestato: vantaggi e limiti

Il principale vantaggio del mutuo cointestato è che le banche, ottenendo maggiori garanzie, sono solitamente ben disposte a concedere il finanziamento.

Il mutuo cointestato è dunque una buona soluzione, soprattutto per le giovani coppie, per ottenere più facilmente la liquidità necessaria per poter acquistare la casa.
Le banche, soprattutto in questo periodo di crisi economica, sono più propense a concedere finanziamenti in presenza di molteplici garanzie.

Di contro, alcune difficoltà possono presentarsi in caso di separazione dei coniugi.

In questo caso, secondo la normativa italiana, si può comunque optare per tre soluzioni:

  • vendere l'immobile al fine di arrivare rapidamente all'estinzione del mutuo
     
  • continuare a pagare le rate per non perdere tutti gli interessi già versati né la proprietà dell'immobile.
    In alcuni casi il pagamento congiunto delle rate può anche sostituire l'assegno di mantenimento
     
  • uno degli intestatari, mediante l'accollo del mutuo, si onera del pagamento dell'intero importo residuo di mutuo.
    Questa soluzione è percorribile solamente se la banca ritiene il debitore designato per l'accollo in grado di coprire tutte le spese del rimborso delle rate.