Mutuo: quando si inizia a pagare?

La prima rata del mutuo quando si paga?

Solitamente la prima rata decorre dal primo giorno del mese successivo alla data di stipula del rogito.
Ad esempio, per un rogito con erogazione contestuale al mutuo il 15 novembre, la rata decorrerà dal 1º dicembre.
In questo caso, il mutuatario pagherà un preammortamento di 15 giorni, di soli interessi.

In altri casi tra il momento in cui gli importi vengono resi disponibili e il prelievo del primo pagamento mensile possono intercorrere tra i 30 e i 60 giorni.
In questo caso verranno applicate maggiori spese di preammortamento alla prima rata.

A seguire, la maggior parte del mutui prevede il pagamento di rate con periodicità mensile.
Le rate possono scadere all’inizio di ogni mese, alla fine, oppure nello stesso giorno di calendario in cui è stato stipulato il mutuo (per esempio il giorno 15 di ogni mese), secondo ciò che è stabilito nel contratto di mutuo.

 

Il preammortamento mutuo

La prima rata del mutuo solitamente è un più alta delle successive.
Ciò accade perchè alla cifra standard che la banca richiede mensilmente vengono sommati gli interessi di preammortamento.

Gli interessi di preammortamento sono proprio quelli che maturano tra il giorno della stipula del contratto di mutuo e la data di pagamento della prima rata.

Infatti, fra l'erogazione del mutuo e il decorrere della prima rata di pagamento per il rimborso del capitale erogato può intercorre un periodo, durante il quale il mutuatario può essere chiamato a pagare delle rate di soli interessi che non prevedono quindi il rimborso di alcun capitale.
Se il mutuo è garantito da un'ipoteca, il cliente pagherà gli interessi in base al tasso capitale pattuito con la banca.

Durante il periodo di preammortamento, il mutuatario paga quindi solo interessi, senza estinguere il proprio debito.
Il preammortamento ha in genere una durata variabile molto breve, di solito da uno a due mesi.

Non esiste comunque un limite legale alla durata del preammortamento. Tra i 10 e i 60 giorni si possono considerare un periodo di preammortamento accettabile, oltre è meglio discutere le condizioni del contratto.
Pertanto è opportuno fare attenzione alle condizioni applicate dalla banca e verificare che l'istituto non allunghi troppo il periodo di preammortamento per evitare di pagare interessi molto alti.

Quando il preammortamento è usato per ragioni tecniche di allineamento delle scadenze, si parla di preammortamento tecnico.
Il preammortamento tecnico è il periodo che decorre dall'erogazione del mutuo al primo giorno del mese successivo.
La rata decorre dal primo giorno del mese successivo alla data di stipula del rogito.

Ciao,
siamo pronti
ad aiutarti!

Non sai da dove iniziare?
Ti guidiamo noi!
Ti serve consulenza personalizzata? Compila il form per essere rincontattato da i nostri esperti!