Trova il miglior mutuo e risparmia

Calcola rataServizio online gratuito

Quanto tempo serve per accendere un mutuo?

Chiedere un mutuo per comprare casa non succede tutti i giorni.

Nell'impegno complessivo richiesto da questo tipo di operazione è implicito anche un certo dispiego di tempo

Ma quanto tempo può passare tra l'individuazione dell'immobile da acquistare e della banca a cui richiedere il mutuo e l'effettiva erogazione del finanziamento?

In realtà non esiste una riposta univoca, nel senso che ogni istituto di credito segue le proprie procedure e le proprie tempistiche, ma possiamo comunque fare una stima di massima.

Quindi è molto importante scegliere con attenzione la banca a cui rivolgersi, non solo per spuntare la rata più vantaggiosa, cosa che si può facilmente valutare consultando un comparatore di mutui online, ma anche per ottenere più rapidamente l'erogazione del mutuo.

 Scopri le migliori offerte di mutuiSi.it!  SERVIZIO ONLINE GRATUITO -> CALCOLA LA RATA
Scopri le migliori offerte di mutuiSi.it! CALCOLA LA RATA
Servizio Online Gratuito


Tempi erogazione mutuo: le fasi

L'iter di richiesta di un mutuo richiede necessariamente dei tempi tecnici perché segue ben cinque fasi di approvazione:

  1. Presentazione all'istituto di credito prescelto dei documenti necessari
    I documenti necessari per ottenere un mutuo si distinguono in due tipologie: quelli che riguardano la persona (l'aspirante mutuatario) e che ne certificano le condizioni anagrafiche ed economiche, e quelli che riguardano l'immobile da comprare, ovvero la fotocopia del compromesso e la fotocopia dell'atto di provenienza.
    In linea di massima la rapidità di questa fase dipende dal richiedente mutuo, dai tempi che impiega a raccogliere e presentare la documentazione e dalla completezza della stessa.
    Raramente, infatti, la banca richiede ulteriore documentazione oltre a quella standard.
    Le tempistiche di tutte le altre fasi a seguire dipenderanno, invece, prevalentemente dall'istituto erogante.
     
  2. Valutazione della Banca della documentazione
    In questa fase l'istituto di credito esprime il suo parere preliminare di fattibilità cioè un primo parere sulla possibilità di erogare il mutuo.
    Il parere positivo viene espresso sulla base di requisiti quali il reddito del richiedente e del suo nucleo familiare, il valore dell'immobile oggetto del finanziamento, la presenza di garanzie supplementari da parte di terzi quali una fideiussione.
     
  3. Istruttoria della Banca
    Questa è la fase più importante, cioè quella in cui il mutuante, dopo la pre-approvazione, procede ad una attenta valutazione finalizzata a verificare le effettive capacità di reddito ( entrate sicure e sufficienti per garantire il pagamento delle rate del mutuo) e capacità di credito del richiedente (controllando anche eventuali insolvenze del passato).
    Altro step fondamentale in questa fase è la perizia: tramite un proprio perito la banca verifica il valore del bene immobile su cui si iscriverà l'ipoteca.
    L'esito della fase istruttoria determina la concessione o meno del mutuo.
     
  4. Stipula del mutuo alla presenza del notaio
    L'istituto erogante richiede al mutuatario la "dichiarazione notarile preliminare" sull'immobile offerto in garanzia, e la "relazione tecnico-estimativa" redatta da un tecnico di sua fiducia.
    A questo punto la banca è finalmente in grado di deliberare il finanziamento, dandone immediata comunicazione al richiedente. 
    La stipula del mutuo avviene alla presenza di un notaio.
     
  5. Erogazione del mutuo
    Per snellire le procedure burocratiche si utilizza il  'contratto unico' di mutuo in cui l'erogazione del finanziamento ha luogo contestualmente alla stipula dell'atto notarile.
    In realtà, però, la somma viene riversata dal cliente alla banca a titolo di deposito a garanzia in attesa dei tempi tecnici necessari per l'iscrizione ipotecaria.
    Nei dieci giorni successivi alla avvenuta iscrizione, tempo stabilito dalla legge per il consolidamento della ipoteca, la somma viene definitivamente riconsegnata al mutuatario.
     
 Scopri le migliori offerte di mutuiSi.it!  SERVIZIO ONLINE GRATUITO -> CALCOLA LA RATA
Scopri le migliori offerte di mutuiSi.it! CALCOLA LA RATA
Servizio Online Gratuito


Tempi per ottenere un mutuo: quali sono?

I tempi necessari per ottenere un mutuo, quindi, dipendono da ciascuna fase dell'iter di approvazione e di concessione dello stesso e, in ogni caso, possono cambiare da un istituto di credito all'altro.

Un'idea vincente nel caso si abbia fretta di trovare il miglior mutuo in tempi ristretti è quella di affidarsi alle competenze di un mediatore del credito: essendo esperto saprà consigliarti il prodotto più adatto per le tue esigenze e farti risparmiare moltissimo tempo e stress.
In particolare ti aiuterà nella scelta della banca migliore e ti guiderà nella fase di raccolta della documentazione, che, come già accennato, è l'unica a dipendere dalla rapidità del richiedente. 

Una volta consegnati i documenti necessari, in linea a di massima, la banca si prenderà almeno 20 giorni per esprimere il proprio parere ed informare l'aspirante mutuatario dell'approvazione, o meno, della richiesta di finanziamento. Solitamente, però, la fase di istruttoria viene espletata in tempi più lunghi.
In caso di esito positivo da parte della Banca per l’effettiva erogazione del mutuo ci vorranno più o meno altri 30 giorni.

Diverse ricerche hanno stimato che i tempi medi di erogazione di mutuo in Italia si attestano su circa 130 giorni complessivi.