Trova il miglior mutuo e risparmia

Calcola rataServizio online gratuito

Surroga: come si porta il mutuo ad un’altra banca?

Si definisce surroga il passaggio di un debito da un creditore ad un altro. Più specificamente, nel caso dei mutui, è il passaggio di un mutuo da una banca ad un'altra che pratica condizioni più favorevoli per il mutuatario, per volontà di quest'ultimo.

Il Decreto Bersani del 2007 considera la surroga un diritto del mutuatario che, altrimenti, non potrebbe usufruire dei vantaggi derivanti da eventuali miglioramenti delle condizioni del mercato.

La durata media di un mutuo, infatti, è di vent'anni, periodo durante il quale possono cambiare notevolmente tassi e condizioni sui finanziamenti. Senza la surroga, non esisterebbe modo per il mutuatario di cambiare le condizioni del proprio finanziamento anche quando ormai sono palesemente poco vantaggiose rispetto a quanto offerto sul mercato.

Si tratta di una situazione molto nota a chi ha stipulato un mutuo prima del 2009, con interessi fino a 6% ed oltre, che senza meccanismi come la surroga e la rinegoziazione rimarrebbe "intrappolato" in un mutuo decisamente troppo caro rispetto a quelli proposti oggi.

Essendo un diritto, la surroga nel Decreto Bersani deve essere sempre priva di costi aggiuntivi per il mutuatario. Inoltre, il legislatore ha anche reso più rapida e snella la procedura. Non è più necessario estinguere la vecchia ipoteca ed il vecchio mutuo ed accenderne un'altro presso la nuova banca: è sufficiente modificare la vecchia ipoteca annotando a margine il nome della banca che subentra come creditore del finanziamento.

Per ottenere la surroga del proprio mutuo, è sufficiente identificare una banca che proponga un mutuo più conveniente rispetto a quello in essere - magari tramite il confronto dei vari mutui proposti sul mercato - e fare richiesta di surroga presso la banca scelta. 

Questa si occuperà di reperire tutta la documentazione presso la banca dove è attualmente in essere il nostro mutuo e di avviare la procedura di surroga subentrando nel finanziamento, senza alcun costo per il mutuatario. 

Non è necessario fare alcuna comunicazione alla vecchia banca, che non può opporsi alla richiesta di surroga ed ha dei tempi stabiliti entro i quali deve fornire la documentazione utile per la surroga pena il pagamento di una penale al mutuatario.