Trova il miglior mutuo e risparmia

Calcola rataServizio online gratuito

I documenti necessari per ottenere un prestito 

Quando si ha la necessità di ottenere una somma di denaro in tempi brevi solitamente la scelta ricade sulla richiesta di un prestito.
Il prestito personale, così come la cessione del quinto , è un credito al consumo, cioè una tipologia di finanziamento che consente di procurarsi con facilità una somma di denaro finalizzata a sostenere i consumi.

Tali consumi possono riguardare l'acquisto di una nuova automobile, delle piccole opere di manutenzione o miglioramento della propria abitazione in alternativa al mutuo ristrutturazione, interventi medici o altro.
Il prestito personale, che di norma non può superare i 30.000€, viene rimborsato attraverso un piano di ammortamento in rate mensili a tasso fisso.

Il prestito può essere richiesto da qualunque privato in grado di produrre reddito, anche da lavoro autonomo, in un'età compresa tra i 18 ed i 70 anni, mentre la cessione del quinto sino ai 79.

La condizione necessaria per ottenerlo è la cosiddetta capacità di rimborso, cioè il cliente deve dimostrare di essere in grado di saldare ciascuna rata.
Per questo motivo le banche, prima di concedere un finanziamento, valutano con attenzione il rapporto rata/reddito, che non deve mai superare 1/3 del reddito netto del richiedente.

Per ottenere un prestito, inoltre, è necessario fornire una serie di documenti che gli istituti di credito raccolgono con altrettanta cura.

 

Scopri le migliori offerte di mutuiSi, servizio on-line GRATUITO   CALCOLA LA RATA

 

Quali documenti servono per chiedere un prestito? 

I documenti necessari per ottenere un prestito si possono dividere in due categorie:

  • documentazione fiscale
  • documentazione reddituale.

Per quanto riguarda il primo punto sono richiesti:

  • un documento d'identità valido (a scelta tra carta d'identità o patente di guida)
  • il codice fiscale o la tessera sanitaria

Possono chiedere un prestito anche i cittadini UE ed extracomunitari che risiedono in Italia da almeno un anno.
A loro è richiesto anche, rispettivamente, il certificato di residenza e il documento di soggiorno valido.

Per quanto riguarda la documentazione attestante i redditi, al fine di ottenere un finanziamento, bisogna consegnare:

  • i lavoratori dipendenti: l'ultima busta paga (in alcuni casi le ultime due) ed eventualmente il cud 
  • i pensionati: l’ultimo cedolino o il modello Obis M (in alcuni casi gli ultimi due)
  • i lavoratori autonomi: l’ultima dichiarazione dei redditi (730 oppure Modello Unico), il modulo F24 attestante i pagamenti, il certificato di attribuzione della partita IVA e la visura camerale (non più vecchia di 3 mesi) nel caso di impresa o azienda.

 

Scopri le migliori offerte di mutuiSi, servizio on-line GRATUITO   CALCOLA LA RATA

 

Chi desidera ottenere la cessione del quinto, oltre ai documenti già visti, deve presentare la dichiarazione della quota cedibile ed il certificato di stipendio su modello consegnato dalla banca, dove sono riportati i dati inerenti l’assunzione (anzianità, importo della paga mensile, Tfr); non ultimo, il benestare rilasciato dal datore di lavoro.

Nel caso in cui si richieda un prestito finalizzato all'acquisto di un determinato bene o servizio, il cliente deve presentare all’istituto finanziario anche un preventivo della spesa da sostenere.

Tutti gli interessati ad ottenere un prestito devono, inoltre, esibire una copia di eventuali altri finanziamenti in essere. 

Infine può essere richiesta le copie dell'ultima bolletta del telefono fisso, dell'energia elettrica o del gas, regolarmente saldate, anche se la casa in cui si vive è intestata ad altra persona.