Trova il miglior mutuo e risparmia

Calcola rataServizio online gratuito

bonus-casa-2022-novita

Bonus casa 2022: tutte le novità

Bonus Casa 2022: tutto quello che devi sapere sugli incentivi in vigore quest'anno.

La Legge di bilancio 2022 ha prorogato o introdotto diverse agevolazioni; di fatto sono state confermate tutte le agevolazioni del 2021 spostandone la scadenza alla fine del nuovo anno. In alcuni casi, però, è stato modificato qualcosa.

Vediamo nel dettaglio.

 

Scopri le migliori offerte di mutuiSi  SERVIZIO ONLINE GRATUITO CALCOLA LA RATA 

 

Agevolazioni casa 2022: la guida completa

Scopri le migliori offerte di mutuiSi CALCOLA LA RATA
servizio online gratuito

Il Decreto sostegni Bis ha introdotto diverse misure a favore soprattutto dei giovani (ma non solo) alle prese con l'acquisto della loro prima casa, moltissimi sono stati inseriti nuovamente nella Legge di Bilancio 2022, in vigore dal 1° gennaio 2022.

Ecco quali sono i Bonus Casa in vigore nel 2022:
 

  • Bonus prima casa under 36
    ​​prorogato il Bonus prima casa per gli under 36, dedicato a tutti coloro che hanno acquistato o acquisteranno la prima abitazione nel periodo dal 26 maggio 2021 al 30 giugno 2022. I giovani under 36 con ISEE non superiore a 40.000 euro annui possono godere di esenzione dall’imposta di registro e dalle imposte ipotecaria e catastale, credito di imposta pari all’IVA pagata al momento dell’acquisto, esenzione dall’imposta sostitutiva per i mutui di acquisto, costruzione e ristrutturazione.

     
  • Superbonus 110%
    dal 1° gennaio 2022 può essere applicato sempre ai lavori di efficientamento energetico, all’installazione impianti fotovoltaici, nonché alle strutture per ricarica di veicoli elettrici o alla realizzazione cappotto termico.
    Confermata la proroga al 2023 per condomini e IACP (Istituto Autonomo case Popolari).
    Per i condomini l’agevolazione continua anche i due anni successivi ma si riduce al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025.
    Garantito per tutto il 2022 il Superbonus sulle case unifamiliari a patto che vi sia uno stato di avanzamento lavori del 30% a 30 giugno 2022.
    Prorogato il Superbonus per gli impianti fotovoltaici e introdotto un’agevolazione per le opere di abbattimento delle barriere architettoniche. I benefici del Superbonus diventano accessibili anche per le abitazioni collegate al teleriscaldamento. Prorogato fino al 2025 il Superbonus 110% per gli interventi nei Comuni colpiti da eventi sismici a partire dal 2009.

     
  • Ecobonus
    prevede una detrazione dal 50% al 65% per gli interventi di efficientamento energetico che non rientrano nel Superbonus 110%, quali il bonus tende da sole, il bonus infissi o il bonus caldaia.
    Sono confermate confermate le detrazioni al 50% per le spese relative ad acquisto e posa di finestre con infissi e schermature solari nonché sostituzione degli impianti di climatizzazione con caldaie a biomassa o a condensazione almeno di classe A. Se i lavori riguardano un condominio, dimostrando indici di prestazione energetica elevata, la detrazione sale dal 70 al 75%
     
  • Sismabonus 2022
    è stato prorogato fino al 31 dicembre 2024. Continuano le detrazioni previste per gli interventi di miglioramento sismico dei condomini e di demolizione e ricostruzione o ristrutturazione.
    Confermate quindi le detrazioni per la messa in sicurezza degli edifici in zona sismica 1,2 e 3, che partono dal 50% per arrivare al 75% della spesa sostenuta se si dimostra il passaggio ad una classe di rischio inferiore e l’85% a due classi di rischio in meno. Per gli edifici unifamiliari lo sconto va dal 50 al 70%. Invece per i condomini va dal 75 all’85%.
    Il limite di spesa per unità immobiliare è 96.000 euro.
     
  • Bonus ristrutturazioni e facciate
    rinnovato nel 2022, e fino al 2024, anche il Bonus ristrutturazioni, in cui rientrano anche il Bonus condizionatori e il Bonus facciate. Per quest'ultimo però la percentuale scende dal 90 al 60%.
    Si tratta di una detrazione dall’IRPEF del 50% delle spese sostenute, fino a 96.000 euro per unità immobiliare.
    Con il Decreto Rilancio è stata anche introdotta la possibilità di optare, in alternativa alla detrazione, per la cessione del credito o per lo sconto in fattura. 

     
  • Bonus mobili
    confermato fino al 2024, ma con alcune novità: la detrazione del 50% verrà applicata su un limite di spesa di 10.000 euro nel 2022 (non più 16.000 come nel 2021), che verrà ulteriormente ridotto a 5.000 euro nel 2023 e 2024.
    Modificate anche le classi energetiche degli elettrodomestici: non inferiore alla A per i forni, E per le lavastoviglie, lavatrici e lavasciugatrici, F per i congelatori e i frigoriferi.
    Il bonus è erogabile solo nel caso di arredo di immobili oggetto di ristrutturazione : l’inizio dei lavori deve essere datato almeno a partire dal primo gennaio dell’anno precedente all’acquisto dei mobili.
     
  • Bonus verde
    prorogata fino al 2024 la detrazione IRPEF del 36% sulle spese effettuate per gli interventi di sistemazione al verde di giardini privati e condominiali, balconi e terrazzi.
    La detrazione è suddivisa in 10 quote annuali su un importo massimo di 5.000 euro
     
  • Bonus idrico 2022
    prevede un contributo di 1.000 euro per le spese effettuate per sostituire sanitari, rubinetti, soffioni e colonne doccia con nuovi modelli a scarico ridotto o limitazione di flusso.
    Il contributo comprende anche le opere idrauliche e murarie collegate e lo smaltimento degli apparecchi pre-esistenti.
    Prorogato fino al 31 dicembre 2023, ma se nel 2021 e nel 2022 è stato finanziato con 5 milioni l’anno, nel 2023 le risorse scenderanno a 1,5 milioni.
     
  • Bonus restauro
    confermato per il 2022, consiste in un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute da persone fisiche negli anni 2021 e 2022 per la manutenzione, protezione e restauro degli immobili d’interesse storico e artistico.
    È valido fino a un massimo di 100.000 euro.
     
  • Bonus acqua potabile
    per tutto il 2022 si può ottenere un rimborso fino a 500 euro (per persone fisiche) per le spese sostenute per la razionalizzazione del consumo dell’acqua potabile. Consiste in un credito di imposta pari al 50% della spesa per l’acquisto e l’installazione di sistemi filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento o addizione di anidride carbonica
    Il limite di spesa è di 1.000 euro per abitazioni e persone fisiche e di 5.000 euro per immobili commerciali o istituzionali, per gli esercenti e gli enti non commerciali.
    Il massimo bonus erogabile è quindi di 500 o 2.500 euro.
     
  • Bonus affitti under 31
    novità 2022 introdotta dal disegno di legge di bilancio 2022, si tratta di un'agevolazione rivolta ai giovani tra i 20 e i 31 anni non compiuti, con reddito complessivo non superiore a 15.493,71 euro, che stipulino un contratto di locazione per un’unità immobiliare intera o parziale, da destinare a propria abitazione.
    Consiste in una detrazione dell’imposta lorda pari al 20% del canone di locazione. La massima detrazione consentita è di 2000 euro.
    Il bonus, finanziato con il Fondo affitti giovani, spetta per i primi quattro anni di locazione.

 

Scopri le migliori offerte di mutuiSi  SERVIZIO ONLINE GRATUITO CALCOLA LA RATA 

 

Scopri le migliori offerte di mutuiSi CALCOLA LA RATA
servizio online gratuito

Continua a leggere mutuiSi.it per ricevere sempre news e tips sui mutui.

Se ti è piaciuto questo articolo, potresti leggere anche: ⇒ Previsioni tassi mutui 2022: cosa aspettarci