logo_bcc_quadrato

Banca di Credito Cooperativo di Roma

La Banca di Credito Cooperativo di Roma fa parte delle società cooperative a mutualità prevalente, ovvero delle Casse Rurali, oggi denominate Banche di Credito Cooperativo (BCC).

La sua fondazione risale al 1954, quando è stata istituita, alle porte della Capitale e precisamente in località Finocchio, come Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro Romano su iniziativa di 38 soci cooperatori

Questo tipo di istituti di credito si distinguono dalle altre banche per la loro mission di supporto alle comunità locali dal punto di vista economico, sociale e culturale.
Inoltre si tratta di banche cooperative mutualistiche locali che, pur essendo aperte a tutti, esercitano la propria attività prevalentemente con i soci, riconoscendo loro dei vantaggi.

Nel 1975 la Cassa dell'Agro Romano diventa Cassa Rurale e Artigiana di Roma.

Nel 1979 la Banca promuove la costituzione della Cramas, cooperativa di assistenza sanitaria integrativa, a beneficio dei propri soci e dipendenti.

Solo nel 1980 la Cassa Rurale e Artigiana di Roma aderisce all'ABI, l'Associazione Bancaria Italiana.

Nel 1984 l'Istituto inaugura la sua nuova sede in centro a Roma, in Via Sardegna.

Nel 1991 incorpora la Cassa Rurale ed Artigiana Beato Tommaso di Cori.

Nel 1993 la Cassa Rurale e Artigiana di Roma inaugura una nuova sede a Roma in zona Eur Torrino, mentre nel 2000 viene rinnovata la sede storica in Via Sardegna.

New call-to-action

Nel 1995  per adeguarsi alle nuove norme in ambito bancario la Cassa Rurale e Artigiana di Roma diventa Banca di Credito Cooperativo di Roma.

Banca di Credito Cooperativo di Roma oggi

A partire dal 2015 Banca di Credito Cooperativo di Roma inizia una politica di acquisizioni di altre BCC.

In soli tre anni incorpora:

  • Banca della Tuscia Credito Cooperativo
  • Banca Padovana Credito Cooperativo
  • Banca di Capranica Credito Cooperativo
  • Banca di Frascati Credito Cooperativo.

Oggi la Banca di Credito Cooperativo di Roma vanta una rete di 180 agenzie distribuite nel Lazio, in Abruzzo e nell'area Alta Padovana.
Conta ben 33.000 soci, 370 mila clienti e 1.500 dipendenti.

Nonostante le trasformazioni e l'espansione territoriale, l'Istituto si impegna in attività di carattere sociale nei territori in cui opera, restando così fedele alla sua natura di banca cooperativa. 
La Banca di Credito Cooperativo di Roma rientra infatti nel Credito Cooperativo italiano, costituito da 289 istituti distribuiti in tutta la Penisola e legati tra loro in un sistema a rete.

Dati Societari

Banca di Credito Cooperativo di Roma

Sede legale, Presidenza e Direzione generale, 00187 Roma, Via Sardegna 129
Capitale sociale e riserve al 31/12/2018: € 662.064.444
Codice Fiscale e n. iscrizione Registro Imprese di Roma 01275240586
Società partecipante al Gruppo IVA Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, Partita IVA 15240741007
Codice ABI 08327
Iscritta all'Albo delle banche al n. 4516 e aderente al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea iscritto all'Albo dei Gruppi Bancari tenuto dalla Banca d'Italia al n. 218 in data 04/03/2019 con Capogruppo Iccrea Banca, che ne esercita la direzione e il coordinamento
Iscritta all'Albo delle Società Cooperative al n. A149122
Aderente al Fondo Nazionale di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo

Ciao,
siamo pronti
ad aiutarti!

Non sai da dove iniziare?
Ti guidiamo noi!
Ti serve consulenza personalizzata? Compila il form per essere rincontattato da i nostri esperti!