0.2
Entriamo nel vivo
0.2
Entriamo nel vivo

Mutui agevolati col Plafond Casa

1 min di lettura
plafond

SCONTI PER GIOVANI E FAMIGLIE BISOGNOSE

Buone notizie per chi desidera comprare un immobile di classe energetica A, B, C, D o effettuare lavori di miglioramento dell’efficienza energetica della propria vecchia abitazione (senza perdere gli incentivi fiscali già previsti per legge).

La Cassa Depositi e Prestiti, durante la seduta del 26 febbraio scorso, ha infatti disposto di collegare il Plafond Casa, che prevede la concessione di mutui agevolati alle famiglie in condizioni di disagio economico, al Fondo di Garanzia per l’acquisto della Prima Casa, che già prevedeva l’erogazione di 670 milioni di euro a garanzia di una percentuale (fino al 50%) della somma erogata.

I beneficiari possono essere coloro che, in presenza di particolare fragilità economica, facessero richiesta di mutuo ad una delle banche aderenti. Ci si può insomma avvalere di entrambe le agevolazioni.

Inoltre ora nel Plafond Casa, che dalla sua istituzione ha già erogato quasi 250 milioni di euro, è stata introdotta la “linea a ponderazione zero”, che riduce ulteriormente il costo delle banche per gli interessi erogati alle famiglie disagiate, permettendo di applicare a questi soggetti condizioni ancora più convenienti. Si rivolge in special modo a tre categorie di soggetti:

famiglie con più di tre figli 
famiglie uno dei cui membri sia disabile
giovani coppie (al di sotto dei 40 anni di età).

 

PRIMA CASA

Invece il Fondo di Garanzia per l’Acquisto della Prima Casa è una convenzione tra la CDP e Abi, l’associazione di categoria degli operatori del credito, per la concessione di mutui ipotecari a condizioni agevolate

Si rivolge in particolare a giovani coppie conviventi da almeno due anni, a single con minori a carico, a giovani under 35 anni titolari di un rapporto di lavoro atipico e a conduttori di case popolari.

E’ destinato a chi acquista immobili da adibire ad abitazione principale, non rientranti nella categorie catastali A1, A8 e A9, anche con accollo del mutuo o provenienti da frazionamento, tramite un mutuo non superiore a 250 mila euro.

Per accedere alle agevolazioni è necessario consultare l’elenco delle banche aderenti al fondo, riportato sul sito della Cassa Depositi e Prestiti, e fare richiesta tramite un apposito modulo direttamente in sportello.
I fondi a disposizione di ciascuna banca aderente sono limitati, quindi tali agevolazioni verranno erogate fino ad esaurimento degli stessi.

leggi anche

Precedente

Prossimo  

Ciao,
siamo pronti
ad aiutarti!

Non sai da dove iniziare?
Ti guidiamo noi!
Ti serve consulenza personalizzata? Compila il form per essere rincontattato da i nostri esperti!