Valutare il miglior mutuo: i costi tra TAEG e ISC

Per valutare l'effettiva convenienza economica di un mutuo, unitamente a considerare il tasso di interesse è obbligatorio analizzare tutte le spese accessorie.

Le suddette spese, infatti, cambiano da istituto di credito a istituto di credito, spesso per scopi legati a promozioni, rendendo estremamente difficoltoso un confronto affidabile tra le varie proposte di mutuo presenti sul mercato.

In questa pagina potrete vedere una tabella comparativa dei migliori mutui e surroghe.

Di cosa bisogna tenere conto quindi quando si cerca il miglior mutuo o si esegue un calcolo per il preventivo di mutuo oltre ai tassi d'interesse (che rimangono la componente principale per la valutazione)?

E’ sempre consigliato utilizzare un indice che vada a rappresentare il costo reale del prestito: l'Isc (indicatore sintetico di costo), presente anche sul modello Esis messo a disposizione dagli istituti di credito che aderiscono al Codice di Condotta Europeo per i mutui immobiliari.

Fate attenzione, per capire qual è il mutuo più conveniente e strutturare un preventivo mutuo adeguato potrebbe non bastare basarsi sul valore più basso ottenuto dall'Isc.

Per calcolare e confrontare al meglio i prodotti presentati dalle numerose banche italiane è opportuno anche valutare il TAEG.

Il T.A.E.G. (Tasso Annuo Effettivo Globale) rappresenta nel modo più completo possibile il costo, quindi la convenienza, di un finanziamento.
 

Scopri le migliori offerte di mutuiSi e calcola il preventivo >> PREVENTIVO MUTUO
 


E’ un indicatore preciso in grado di presentare il costo globale del prestito.

Il vantaggio del TAEG è dunque a fini comparativi, infatti, confrontandolo tra più preventivi si capisce subito quale è meno costoso e quindi più conveniente.

E' importante valutare altresì le spese non incluse nel suddetto indicatore, come il preammortamento tecnico, le assicurazioni facoltative, le spese di tenuta conto, la perizia tecnica, la parcella del notaio, etc.

Vediamo sinteticamente i vari costi che costituiscono la spesa di un finanziamento immobiliare nel dettaglio:

  • Spese d'istruttoria;
  • Spese di gestione ed incasso rata;
  • Perizia Tecnica;
  • Spese notarili;
  • Imposta sostitutiva;
  • Costi assicurativi;
  • Spese di tenuta conto corrente;
  • Penale per estinzione anticipata mutuo;
  • Eventuali interessi di mora.

Trova il miglior mutuo e risparmia