0.3
I dettagli che contano
0.3
I dettagli che contano

Ecco quando (e quanto) pagare le spese di istruttoria del mutuo!

2 min di lettura

Le spese di istruttoria del mutuo può variare a seconda della banca che lo eroga, ma ci sono comunque delle fasi da seguire prima di ottenerlo e procedere all’acquisto della casa: scopriamo le tempistiche e i vari passaggi.

Cosa comprendono le spese di istruttoria del mutuo?

L’acquisto di una casa, si sa, richiede un grande impegno economico. Se quest’ultimo viene fatto tramite un mutuo, però, devi considerare soltanto il costo dell’immobile che vuoi acquistare, ma anche una serie di spese necessarie per lo svolgimento dell’iter di concessione del finanziamento da parte della banca. Insomma, se vuoi calcolare quanto pagherai la casa, dovrai considerare proprio tutti i costi! Tra queste rientrano anche le spese di istruttoria del mutuo.

Cos’è l’istruttoria? Senza ripetere tutte le informazioni che puoi trovare nella pagina dedicata alla fase di istruttoria, qui ci limitiamo a dirti che il termine indica tutto l’iter procedurale che parte dalla richiesta di mutuo e finisce con l’erogazione della somma richiesta, a seguito di una serie di valutazioni da parte della banca sul richiedente e sull’immobile oggetto del mutuo, che si concludono con la formalizzazione del contratto tra il mutuatario e la banca di fronte a un notaio. Le spese di istruttoria sono dunque tutte quelle spese, a carico del mutuatario, necessarie a produrre la documentazione necessaria per ottenere il finanziamento dalla banca e completare le pratiche burocratiche preliminari per ricevere la somma.


Stai cercando il mutuo per la tua nuova casa? Iniziamo!

CALCOLA LA RATA >


Quanto costano e quando si pagano le spese di istruttoria del mutuo?

Ma entriamo più nello specifico: quanto costano le spese di istruttoria del mutuo? In generale, le condizioni e le formule di calcolo variano da un istituto di credito all’altro, ma generalmente i costi previsti possono essere fissi oppure variabili.

Nel primo caso l’importo da pagare di solito varia da un minimo di 180 euro a un massimo di 300 euro. Nel secondo caso, invece, la somma viene calcolata in una percentuale compresa tra lo 0,5% e l’1% della cifra totale erogata. In questo caso, maggiore sarà la somma erogata, maggiore anche l’ammontare delle spese di istruttoria. Ma come fare allora a calcolare le spese di istruttoria esatte?

La soluzione migliore per avere informazioni precise è richiedere più preventivi a banche diverse e confrontarli. Anche la prassi rispetto a quando pagare le spese di istruttoria può variare a seconda della banca. Generalmente, però, tutto l'importo delle spese di istruttoria viene versato contestualmente all’erogazione, inserendolo nella prima rata del mutuo. Se questo ti dovesse creare dei problemi, puoi sempre provare a chiedere di spalmare la somma all’interno delle rate del mutuo, in aggiunta al capitale e al tasso di interesse praticato, così da ridurre la spesa iniziale all’accensione del mutuo. Infine, ricordati che la fase di istruttoria potrebbe non concludersi con l’erogazione del finanziamento: in caso di mutuo non erogato, non dovrai sostenere le spese di istruttoria!

spese_istruttoria_mutuo_cosa_comprendono

Tutte le agevolazioni sulle spese di istruttoria del mutuo: under 36 e detrazioni

Per chiudere questa analisi sulle spese di istruttoria del mutuo, è opportuno informarti su quali siano le agevolazioni previste, comprese le detrazioni fiscali. Come abbiamo visto, il calcolo delle spese di istruttoria varia da banca a banca. In ogni caso, però, sebbene gli under 36 possano usufruire di varie agevolazioni sul mutuo per l’acquisto della prima casa, queste non includono le spese di istruttoria, che dunque sono a carico del mutuatario.

Alcuni istituti di credito, però, propongono finanziamenti in cui le spese di istruttoria - inclusa la perizia tecnica sull’immobile - sarebbero azzerate, ma, come ti abbiamo già detto, in questi casi è sempre meglio avere a disposizione un preventivo. Esistono però delle detrazioni fiscali in registrazione contabile che si possono richiedere rispetto alle spese di istruttoria del finanziamento, ma soltanto se il mutuo è finalizzato all’acquisto di una prima casa e il prestito è stato richiesto nei 12 mesi precedenti o successivi alla compravendita. In questo caso è possibile detrarre il 19% dei costi sostenuti fino a un massimo di 4.000 euro calcolati su base annua e con riferimento all’anno d’imposta precedente a quello della dichiarazione. In sintesi, se stai per chiedere un finanziamento e vuoi scoprire quanto ti costerà davvero, non dimenticarti delle spese di istruttoria del mutuo… e di confrontare vari preventivi!


Parla con i nostri esperti di mutuo, sapranno indicarti la soluzione migliore!

PARLA CON NOI >

leggi anche

Precedente

Prossimo  

Ciao,
siamo pronti
ad aiutarti!

Non sai da dove iniziare?
Ti guidiamo noi!
Ti serve consulenza personalizzata? Compila il form per essere rincontattato da i nostri esperti!