Compravendite-immobiliari-e mutui-in-crescita

Compravendite immobiliari e mutui in crescita costante

Il mercato immobiliare, superati gli anni più bui della crisi, sta tornando ad essere molto vivace.

Secondo ricerche di settore, nel 2018 il settore immobiliare ha registrato in Italia il quinto anno di crescita consecutivo, sia a livello residenziale che come investimento. 

Complessivamente le compravendite immobiliari del 2018 in Italia sono state quasi 580 mila, registrando il dato più alto dal 2010.
A stupire anche l'andamento delle transazioni che è stato caratterizzato da una crescita del 6,5% rispetto al 2017 e ha prodotto un fatturato di oltre 94 miliardi di euro.

Questo è quanto emerso dall'annuale Rapporto immobiliare residenziale effettuato dall’Omi (Osservatorio del mercato immobiliare dell'Agenzia delle Entrate) in collaborazione con l’ABI.
E anche i dati relativi ai primi mesi dell'anno in corso confermano il trend della crescita costante delle compravendite immobiliari.

Come vi abbiamo raccontato in Milano regina del Real Estate, le transazioni riguardano soprattutto le grandi città e, ancor di più, quelle che possono garantire investimenti ad alto rendimento.
In pole position troviamo infatti Milano, Firenze e Bologna, seguite da Palermo e Napoli.
Questa classifica si spiega con il boom delle case vacanza, che trovano naturale collocazione principalmente nelle città d'arte o turistiche.

 

Scopri le migliori offerte di mutuiSi, servizio on-line GRATUITO CALCOLA LA RATA

Scopri le migliori offerte di mutuiSi, servizio on-line GRATUITO CALCOLA LA RATA

 

Mutui da record

Questa sorprendente ripresa del mercato immobiliare è stata possibile soprattutto grazie a due fattori:

  • il calo dei prezzi degli immobili 
  • la convenienza dei tassi dei mutui e la disposizione delle banche a concederli

Secondo un'informazione contenuta nel Rapporto Omi, infatti, l’acquisto di una casa è risultata accessibile nel 2018 al 78% delle famiglie italiane, grazie ad un indice di affordability del 14,6%, mentre nel 2012 questo valore, che racchiude una stima basata su reddito, prezzi degli immobili, tassi di interesse sui mutui, era di ben 10 punti più basso.

Circa la metà degli acquisti immobiliari del 2018 è stata effettuata ricorrendo ad un mutuo ipotecario, cioè l’8,8% in più rispetto all'anno precedente.
 

Scopri le migliori offerte di mutuiSi, servizio on-line GRATUITO CALCOLA LA RATA

Scopri le migliori offerte di mutuiSi, servizio on-line GRATUITO CALCOLA LA RATA

 

Sull'andamento attuale dei mutui vi abbiamo già informati: si tratta di tassi ai minimi storici, ben più vantaggiosi di quelli registrati nel 2016, altro ottimo anno, che si attestavano su 2,3% per i fissi e 1,23% per il variabile.

Quest'estate abbiamo assistito ad un calo dei tassi sui mutui con numeri mai visti prima: i tassi medi si aggirano all’1,79% sul fisso e allo 0,88% sul variabile.

Ed i parametri di indicizzazione utilizzati per i mutui, EURIBOR ed EURIRS, sono ancora in calo: il primo, a 3 mesi, segna -0,39%, l'Irs a 20 anni segna 0,24%.

Mai come in questo momento storico risulta conveniente comprare casa attraverso la stipula di un mutuo.
Altrettanto vantaggioso, per chi avesse sottoscritto il proprio mutuo diversi anni fa, quando il mercato non era così favorevole, può essere optare per la surroga.

Trova il miglior mutuo e risparmia

Calcola rataServizio online gratuito