Mutuo-giovani-come-uscire-dall-ISEE-familiare

Mutuo giovani: come uscire dall'ISEE familiare

Il Decreto Sostegni Bis (DL. 25 maggio 2021, n.73, art. 64) ha introdotto una misura ancora più vantaggiosa a sostegno dei mutui prima casa per i giovani al di sotto dei 36 anni.

Il Decreto prevede infatti, oltre ai vantaggi fiscali già in vigore per i giovani che chiedono un mutuo per l'acquisto della loro prima casa, anche l’estensione del già esistente Fondo di Garanzia Consap dal 50 per cento all’80 per cento in caso di giovani under 36 con ISEE al di sotto dei 40 mila euro.

Un'occasione veramente ghiotta, se non fosse per il vincolo dell’Isee sotto i 40 mila euro che potrebbe complicare l’accesso alla misura.

Scopri le migliori offerte di mutuiSi  SERVIZIO ONLINE GRATUITO CALCOLA LA RATA 

 

Scopri le migliori offerte di mutuiSi CALCOLA LA RATA
servizio online gratuito

 

Cos'è l'ISEE?

Per ottenere un mutuo giovani Consap con l'estensione della garanzia statale all'80%, è quasi sempre necessario uscire dall'ISEE familiare.

L'ISEE - Indicatore della Situazione Economica Equivalente - serve a misurare il livello economico complessivo del nucleo familiare, considerando tutte le voci di reddito attribuibili a quel nucleo, cioè i redditi da lavoro, le proprietà immobiliari, le rendite finanziarie, e qualsiasi altra fonte di guadagno.

L’ISEE è lo strumento richiesto per verificare se una famiglia ha diritto o meno a determinati sussidi, benefici, agevolazioni in base alla propria condizione economica.

Condividere l'ISEE con i genitori solitamente fa salire il reddito sopra i 40 mila euro, facendo perdere il diritto del mutuo Consap all'80% (non quello del 50%).

 

Scopri le migliori offerte di mutuiSi  SERVIZIO ONLINE GRATUITO CALCOLA LA RATA 

 

Come uscire dall'ISEE familiare

Scopri le migliori offerte di mutuiSi CALCOLA LA RATA
servizio online gratuito

La soluzione più semplice per uscire dall'ISEE di famiglia è quella di cambiare (realmente) residenza, cioè andare a vivere in un'altra casa.

Cambiando residenza si forma automaticamente un nuovo nucleo familiare e si ottiene di diritto l'accesso ad una serie di benefici fiscali, tra cui per gli under 36 quello della garanzia statale all'80% sui mutui acquisto prima casa.

Si può uscire dall'ISEE familiare anche continuando a convivere con la famiglia d'origine.
Dopo le modifiche introdotte dalla Legge di Bilancio 2020, infatti, un figlio cessa di essere fiscalmente a carico dei propri genitori anche per motivi di reddito.
Se un figlio percepisce nel periodo d'imposta di riferimento un reddito superiore ai 2.841 euro, compresi gli oneri deducibili, o superiore ai 4.000 euro nel caso di figli di età non superiore a 24 anni, si riterrà automaticamente non più fiscalmente a carico dei genitori.

Quindi sono fuori dal nucleo familiare e quindi fuori dall'Isee familiare coloro che:

  • non vivono più con la propria famiglia 
  • hanno meno di 24 anni e producono un reddito superiore a 4.000 euro annui
  • hanno più di 24 anni e producono un reddito superiore a 2.840.51 euro annui.

Continua a leggere mutuiSi.it per ricevere sempre news e tips sui mutui.

Se ti è piaciuto questo articolo, potresti leggere anche: ⇒ Bonus prima casa under 36: arriva la proroga

Trova il miglior mutuo e risparmia

Calcola rataServizio online gratuito