0.2
Entriamo nel vivo
0.2
Entriamo nel vivo

Mutuo acquisto casa all’asta

3 min di lettura
asta

Comprare casa all'asta è una soluzione particolarmente indicata quando si dispone di un budget piuttosto limitato da investire.

Si stima, infatti, che un immobile acquistato mediante asta giudiziaria permetta un risparmio medio del 20% rispetto al reale prezzo di mercato.

Gli immobili venduti all'asta solitamente rappresentano un ottimo affare in quanto vengono venduti ad un prezzo inferiore al loro valore di mercato, poiché su di essi gravano processi esecutivi o fallimentari.

​Questo consente al privato che presenta la migliore offerta di aggiudicarsi ad un prezzo decisamente competitivo l'immobile all'asta.

Inoltre per chi acquista all’asta non sono previste spese notarili o provvigioni, dato che il trasferimento della proprietà avviene tramite un decreto di rilascio emanato dal giudice che ha indetto l’asta.

In passato per comprare casa all'asta era necessario disporre dei soldi liquidi, ma oggi non è più così perché si può richiedere un mutuo asta, cioè un finanziamento specifico per questo tipo di trattative immobiliari.

Per queste ragioni, l'acquisto di immobili all’asta sta diventando una soluzione sempre più apprezzata dagli italiani, tanto da costituire ormai una fetta importante del mercato immobiliare nazionale.
Bisogna anche specificare che, se l'immobile acquistato sarà la casa dove si risiederà, si potrà anche usufruire dei benefici fiscali previsti per la prima casa.

Ma non è finita qui!
Esistono ancora altre ragioni per cui la scelta di chiedere un mutuo per asta può rivelarsi molto conveniente.

Questo tipo di finanziamenti, infatti, consente talvolta di arrivare a coprire per intero le spese.

Alcune banche, infatti, concendono mutui 100%, purché l'importo del mutuo non superi l’80% del valore accertato dell'immobile.
Questo è il caso, ad esempio, del mutuo asta CheBanca!.

Tuttavia alcuni aspiranti mutuatari temono di non avere il tempo o le competenze per poter gestire la procedura di un'asta giudiziaria.

In questi casi ci si può rivolgere ad un mediatore creditizio che ci aiuti in questa delicata operazione.

Inoltre, richiedendo un mutuo asta con voucher si possono ridurre i tempi e semplificare notevolmente l'iter.

Acquisto casa all'asta con mutuo: la procedura

Ma in che consiste esattamente la procedura di acquisto di casa all'asta con mutuo?

Prima dello svolgimento della gara, si deve consultare l'elenco di tribunali ed istituti di credito che concedono mutui per le aste immobiliari fornito dall'ABI - Associazione Bancaria Italiana.

Nell'elenco sono presenti un'ottantina di tribunali italiani e, per ognuno di essi, le banche che forniscono mutui per aste immobiliari.

L'asta immobiliare deve essere pubblicizzata con almeno 45 giorni di anticipo.

Gli avvisi contengono una descrizione completa dell’immobile, le condizioni di vendita e la base d’asta, oltre ad una perizia dell’immobile per stabilirne il valore.

Nell'avviso di vendita sono riportati:

- il prezzo di partenza
- la modalità e la data del deposito cauzionale
- la data di chiusura delle offerte
- la data dell’asta
- la data entro cui deve essere saldato l’acquisto dell’immobile.

In questo lasso di tempo è possibile anche visitare fisicamente la casa in asta che viene affidata dal giudice ad un custode giudiziario.

A questo punto, se la casa piace, si può presentare un'offerta.

Esistono due modi per procedere alla gara d'acquisto di un immobile all'asta:

  • Asta senza incanto: si invia la proposta in busta chiusa, contenente anche una cauzione pari al 10% di tale offerta e tutti gli altri documenti richiesti.  Se è presente una sola offerta, l’immobile viene aggiudicato, a meno che il creditore non sia in disaccordo con la cifra proposta, nel qual caso viene aggiudicata lo stesso, ma con un aumento di 1/5 dell’offerta. Se sono presenti più offerte si procede a una gara a rialzo usando come base d’asta la proposta migliore tra quelle pervenute.
  • Asta con incanto: si partecipa  all’asta immobiliare allegando la cauzione indicata dal tribunale. In questo caso il rialzo parte immediatamente senza valutare alcuna proposta di acquisto. Le modalità di rialzo sono indicate dal tribunale.

Come abbiamo già detto, esistono mutui creati ad hoc per le aste immobiliari come Mutuo in Asta di Unicredit e Mutuo Asta CheBanca!.

Una volta individuata la casa all'asta da acquistare e contattata la banca a cui richiedere il mutuo, parte la vera e propria procedura.

La banca prescelta, nel momento in cui il giudice dispone la pubblicazione dell'avviso di vendita dell'immobile, avvia l'istruttoria per la concessione del mutuo.

Se l'esito dell'istruttoria risulta positivo, l'istituto bancario si rende disponibile alla stipula del contratto.

La somma accordata viene effettivamente erogata dalla banca, entro il termine di 60 giorni previsto dal tribunale, solo se l'interessato, a seguito della vendita, si aggiudica l'immobile.

Al contrario, se si perde l'asta, il preliminare firmato con la banca non ha alcun effetto né costo.

Il giudice, in caso di mutuo per acquisto di immobile all'asta, firma il decreto di trasferimento solo dopo aver ricevuto dalla banca e dall'acquirente le rispettive parti dell'importo, oltre al pagamento delle spese accessorie.
Nel caso in cui il mutuo erogato non copra l'intero importo dovuto, infatti, l'aggiudicatario deve provvedere a versare la parte restante.

La firma del mutuatario sul contratto di mutuo avviene contestualmente al trasferimento di proprietà decretato dal giudice e e all'iscrizione dell'ipoteca sull'immobile, quindi non implica la presenza di un notaio e non comporta le relative spese 

Una volta acceso, il mutuo asta seguirà un piano di ammortamento e modalità di rimborso in tutto simili ai mutui tradizionali.

leggi anche

Precedente

Prossimo  

Ciao,
siamo pronti
ad aiutarti!

Non sai da dove iniziare?
Ti guidiamo noi!
Ti serve consulenza personalizzata? Compila il form per essere rincontattato da i nostri esperti!