Euribor

L'Euribor (Euro Interbank Offered Rate) è il tasso di interesse utilizzato come parametro di indicizzazione dei mutui ipotecari a tasso variabile.
Esso ha sostituito gli indici nazionali (il Ribor in Italia) dal primo gennaio 1999.
Fino al 1998 in Italia si utilizzava il Ribor, cioè il Rome Inter Bank Offered Rate.

L'Euribor viene calcolato ed aggiornato quotidianamente dalla Federazione Bancaria Europea (EFB- European Banking Federation) sulla base dei tassi di deposito interbancario, cioè sulla media semplice delle quotazioni rilevate da un gruppo di banche rappresentative nel panorama creditizio europeo e mondiale.

Gli indici di riferimento, l'Euribor come anche l'Eurirs, cambiano infatti quotidianamente e sono pubblicati sui principali giornali e siti web economici. 

Si tratta quindi un'indicazione molto affidabile e puntuale del costo del denaro.

Oggi l'Euribor risulta piuttosto basso, attestandosi su valori negativi (-0,37), per questo alcuni mutuatari preferiscono assumersi il rischio dell'imprevedibilità del mutuo a tasso variabile, che comunque può essere controllata mediante le previsioni Euribor, rispetto al più sicuro ma meno economico tasso fisso.
 

 Scopri le migliori offerte di mutuiSi.it!  SERVIZIO ONLINE GRATUITO -> CALCOLA LA RATA
Scopri le migliori offerte di mutuiSi.it! CALCOLA LA RATA
Servizio Online Gratuito


I Parametri dell'Euribor

L'Euribor varia a seconda di alcuni parametri:

1 - Il primo paramentro è la durata del mutuo o la scadenza delle quotazioni (ecco perchè si parla di Euribor a 1 mese, a 3 mesi,  a 6 mesi, a 1 anno).

In linea generale, i tassi di interesse applicati ad un mutuo aumentano all'aumentare della durata del finanziamento.

Le scadenze più utilizzate dalle banche sono Euribor 1 mese, Euribor 3 mesi, Euribor 6 mesi. Solitamente l’Euribor a 1 mese è il più economico. 
Tali indici vengono usati per il calcolo del tasso di interesse applicato ad un mutuo variabile e a tale parametro dovrà essere sommato lo spread.

La somma dell'Euribor allo spread del mutuo definisce il tasso annuo nominale (TAN) per i mutui a tasso variabile.

2 - Altra variabile per l'Euribor è costituita dalla base del tasso, che può essere 360 (anno commerciale) o 365 (anno solare), a seconda dei numeri dei giorni presi in considerazione per il calcolo.
Attualmente la differenza tra le due rilevazioni è pressoché identica, ma in passato si è verificato che l’Euribor 365 fosse leggermente più alto (di 0,05) rispetto all’Euribor 360. 

3 - L'ultimo parametro dipende da ciascun istituto di credito, cioè sulla data di rilevazione dell’Euribor che può variare da banca a banca.
Il tasso può essere rilevato il primo giorno del mese, oppure il 15 o il 20 del mese precedente o l’ultimo giorno lavorativo del mese antecedente la rata.
Altre banche calcolano il tasso sulla media del mese o del trimestre precedente.

 

 

Trova il miglior mutuo e risparmia

Calcola rataServizio online gratuito

Glossario mutui